Sito ottimizzato per la navigazione con Internet Explorer 10, Google Chrome, Firefox. L'uso di altri browser potrebbe comportare dei problemi di visualizzazione.

   SPECIALI

Cerca su Consulenza

Aziende editoria in riorganizzazione e in crisi: criteri Cigs da gennaio 2018

di Bruno Benelli - lunedì, 8 gennaio 2018

Lavoro : Previdenza

Circ. MinLav. n. 21 del 22 dicembre 2017

Nuova cassa integrazione straordinaria da gennaio 2018 per le aziende dell’editoria (anche con meno di 15 dipendenti) per le tre causali di:

  • a. riorganizzazione aziendale in presenza di crisi;
  • b. crisi aziendale, compresa la cessazione di attività dell’azienda o di un ramo di essa, anche in costanza di fallimento;
  • c. contratto di solidarietà difensivo.

Si tratta delle imprese editrici o stampatrici di quotidiani, periodici, e le agenzia di stampa a diffusione nazionale in favore di giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti, dipendenti, e assunti con apprendistato professionalizzante.

Al momento della domanda di cigs i lavoratori devono avere un’anzianità di effettivo lavoro di almeno 90 giorni. I lavoratori poligrafici possono, durante il periodo di cigs, optare per l’esodo e il prepensionamento. Questa opzione è riconosciuta anche ai giornalisti professionisti iscritti all’Inpgi ma solo se la cassa integrazione è stata data per riorganizzazione aziendale in presenza di crisi.

I giornalisti professionisti iscritti a Inpgi sospesi dal lavoro o lavoranti a orario ridotto con cigs per almeno 3 mesi possono optare per la anticipata liquidazione della pensione di vecchiaia, entro il numero delle unità ammesse dal Ministero del lavoro.

La domanda va presentata on-line tramite il canale cigs-online con la compilazione delle schede di accompagnamento. Tutte queste nuove disposizioni, impartite dal D.M. n. 100495/2017, si applicano ai trattamenti cigs chiesti dal 1° gennaio 2018, a condizione che la consultazione sindacale, la presentazione dell’istanza e le programmate sospensioni del personale in cigs siano successive a tale data.

Sito ottimizzato per la navigazione con Internet Explorer 10, Google Chrome, Firefox. L'uso di altri browser potrebbe comportare dei problemi di visualizzazione.